DDL 1324: Approvazione dell’emendamento in Commissione Bilancio e oggi il ritorno in Commssione Sanità per la discussione.


Ecco il testo:

Deleghe al Governo in materia di sperimentazione clinica dei medicinali, di enti vigilati dal Ministero della salute, di sicurezza degli alimenti, di sicurezza veterinaria, nonché disposizioni di riordino delle professioni sanitarie, di tutela della salute umana e di benessere animale

5ª Commissione permanente BILANCIO
Resoconto sommario n. 560 del 19/04/2016

IN SEDE CONSULTIVA

Deleghe al Governo in materia di sperimentazione clinica dei medicinali, di enti vigilati dal Ministero della salute, di sicurezza degli alimenti, di sicurezza veterinaria, nonché disposizioni di riordino delle professioni sanitarie, di tutela della salute umana e di benessere animale

(Parere alla 12ª Commissione su ulteriori emendamenti. Esame. Parere non ostativo)

Il relatore LAI (PD) illustra gli ulteriori emendamenti 3.0.1 (testo 3) e 8.0.1 (testo 3), 3.200 nonché il subemendamento 3.200/1, relativi al disegno di legge in titolo, segnalando, per quanto di competenza, che le proposte 3.0.1 (testo 3) e 8.0.1 (testo 3) sono corredate di una relazione tecnica positivamente verificata, che assevera l’assenza di oneri. Non vi sono osservazioni sulle restanti proposte.
Il vice ministro MORANDO deposita la relazione tecnica con la quale si assevera l’assenza di oneri per la finanza pubblica rispetto alle proposte 3.0.1 (testo 3) e 8.0.1 (testo 3).
Il senatore MANDELLI (FI-PdL XVII) chiede chiarimenti rispetto agli oneri correlati all’istituzione di un percorso formativo specifico per osteopati e chiropratici. Se, infatti, il provvedimento introduce tali figure professionali e ne prevede la formazione, è ragionevole attendersi vi sia un finanziamento per le strutture accademiche che dovranno farsene carico.
Il presidente TONINI invita a considerare la necessità di rispettare l’autonomia universitaria: la norma in esame non prevede, di per sé, l’obbligo di istituire i corsi in questione in tutte le sedi universitarie.
Il rappresentante del GOVERNO conferma che attiveranno i corsi solo le università che avranno le necessarie disponibilità di bilancio e delibereranno di integrare in questo senso la propria offerta formativa.
Il RELATORE sottolinea come negli atenei esistano già docenze conferenti con le materie di cui si tratta, che potrebbero essere utilizzate anche nei nuovi corsi in via di istituzione. Rendere la norma più specifica invaderebbe, peraltro, le competenze autonome delle università. Propone, quindi, di esprimere un parere non ostativo su tutti gli ulteriori emendamenti.
La Commissione approva.

http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/Ddliter/comm/43994_comm.htm

‪#‎osteopatia‬ ‪#‎osteopatiriconosciuti‬ ‪#‎scuolediosteopatia‬ ‪#‎sanità‬ ‪#‎ddllorenzin‬ ‪#‎riconoscimento‬

Superato anche il passaggio in Commissione Bilancio
Tag: